QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTREMOLI
Oggi 11° 
Domani 10° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News lunigiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali lunigiana
giovedì 23 novembre 2017

Attualità sabato 15 luglio 2017 ore 16:01

Una gara all'ultima freccia

Domenica torna la "Disfida degli arcieri", arrivata alla 47° edizione, che vede sfidarsi gli arcieri dei cinque quartieri della città

FIVIZZANO — Il 16 luglio è la giornata tanto attesa della rievocazione storica della "!Disfida degli Arcieri di Terra e di Corte" arrivata alla 47° edizione, che vede sfidarsi in una gara di abilità gli arcieri dei cinque quartieri della cittàMontechiaro, Fittadisio, Terra, Verrucola e Guardia

Questa rievocazione ricorda una competizione avvenuta nel 1572 nella Piazza Maggiore di Fivizzano ( oggi Piazza Medicea),tra gli arcieri di Terra (cioè il nucleo urbano) e quelli di Corte (ossia dei villaggi intorno al borgo) e tramandataci da tale frate Tommaso da Fivizzano dell'ordine Eremitano diSant'Agostino.

Infatti il quartiere Terra, colori bianco e rosso, comprende il centro abitato di Fivizzano racchiuso nella cinta muraria; Guardia, colori arancione e azzurro, il quartiere che comprende tutti gli abitati a sud; Fittadisio, colori verde, oro e blu, i borghi della zona nord mentre Montechiaro: colori verde e nero, la parte ad est. Infine Verrucola, colori rosso e blu, l’omonimo borgo con il castello e le frazioni vicine. 

In questa antica cittadina detta anche la “Firenze della Lunigiana” per il suo antico legame con il capoluogo toscano risalente fin dai tempi dei Medici, è possibile rivivere quindi in pieno l’atmosfera del Rinascimento grazie al lavoro del Comitato Disfida di Fivizzano, del Comune di Fivizzano,dell’Associazione Turistica Pro Loco Fivizzano e del Gruppo Storico di Fivizzano. 

In una città in festa, dove fin da pomeriggio non mancheranno stand gastronomici con menù tipici della tradizione della Lunigiana, dai testaroli, ai tordelli fino alla polenta incatenata, il programma degli eventi inizia alle 19.30 con la partenza del Corteo Storico composto da oltre 400 figuranti in costumi rinascimentali, frutto di una fedele ricerca studiata negli anni soprattutto sui dipinti dell'epoca. 

Dopo aver attraversato tutta la città il Corteo si concluderà nella Piazza Medicea dove alle ore 21 inizierà la gara attesa da un anno. Gli arcieri in competizione sono 25 (cinque per ogni quartiere) e si sfidano in una gara di tiro composta da sei voleè (cinque singole e una di squadra) con un bersaglio a una distanza di 15 metri utilizzando degli archi in legno che si rifanno a modelli dell’epoca. 

Si tratta di una gara molto emozionante e avvincente che spesso si decide all’ultima freccia. Al quartiere vincitore andrà il Palio dipinto quest’anno dal pittore Marco Lippi dal titolo in antica lingua volgare "Josta intra li arcierii de terra et quelli curtensi".

Un drappo che rappresenta una gara di arcieri dipinto in stile gotico internazionale frutto di una attenta ricerca iconografica dell’autore a cui hanno contribuito la ricercatrice Angelica Polverini dell’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino. 

Tra una voleè e l'altra l'animazione della serata è affidata alle suggestive coreografie delle dame e alle evoluzioni degli sbandieratori del Gruppo Storico di Fivizzano, un gruppo storico che rappresenta un grande vanto per la città con oltre 1700 spettacoli in tutto il mondo, oltre che alle esibizioni di altri gruppi storici come La Compagnia della Spada di Aulla e i mangiafuoco e i giullari del gruppo Iannà Tampè. 

La Disfida si conclude con l'Alzabandiera, ossia l'innalzamento del vessillo del quartiere vincitore nella piazza del Marzocco e la festa fino a tarda notte dei vincitori. Nel 2016 il Palio è stato vinto da Montechiaro mentre nell’albo d’oro della manifestazione troviamo al primo posto Verrucola, con 15 vittorie, Montechiarocon 14, il Fittadisio con 9 disfide vinte, La Guardia è appaiata alla Terra con 3 successi.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità