QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTREMOLI
Oggi 15°16° 
Domani 18°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News lunigiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali lunigiana
lunedì 26 giugno 2017

Cronaca venerdì 10 febbraio 2017 ore 14:10

Un milione di euro per potenziare l'acquedotto

Dall'incontro con Gaia e l'amministrazione è scaturita la buona notizia che riguarderà un intervento fondamentale sull'acquedotto del Comune

LICCIANA NARDI — Si tratta di un potenziamento che partirà fra pochi giorni di ben 1milione e 200mila euro approvato nel luglio 2016 e resosi necessario per far fronte al problema dell'emergenza idrica estiva e per dismettere il pozzo di Ponte Bosio che, da cinque anni, è oggetto di un'ordinanza pubblica che vieta il consumo dell'acqua ai cittadini. 

Una questione di leggi che rende il pozzo collocato non a norma e che, onde evitare qualsiasi tipo di problema, ha portato il sindaco a sconsigliare il consumo di acqua previa ebollizione.

L'ingegnere di GAIA S.p.A. Gianfranco Degli Innocenti ha spiegato che l'intervento interesserà la parte principale dell'acquedotto del Comune che verrà completamente sostituita. L'acqua, finiti i lavori, arriverà dal Vigiano e da Ponte di Legno e così sarà possibile dismettere il pozzo di Ponte Bosio costruito nel 2011 e far decadere l'ordinanza di non potabilità.

Inoltre, grazie a questo intervento, Gaia garantisce una portata che in partenza sarà di 25 litri al secondo, esattamente come ora, ma che al contrario di quanto succede in questo momento, ovvero che il 50 per cento della portata viene dispersa durante il corso, quella che arriverà nelle case di 3mila famiglie sarà di 20 litri al secondo. Così facendo la società riuscirebbe a far fronte all'emergenza estiva.

"Si tratta di un'operazione importantissima - ha commentato il sindaco Enzo Manenti - che doveva essere già partita lo scorso anno ma che per problemi sugli appalti è slittata a quest'anno. Avremo bisogno della collaborazione dei cittadini perché lavori di questa importanza porteranno, sicuramente, dei disagi ma ne sarà valsa la pena; infatti, andremo finalmente a utilizzare le sorgenti che abbiamo sul territorio senza dover andare ai pozzi a mungere acqua spendendo soldi."

"Un investimento importante per la nostra società - è intervenuto il presidente di Gaia Vincenzo Colle - Siamo riusciti ad ottenere dei prestiti che abbiamo deciso di investire per risolvere l'annoso problema del Comune di Licciana Nardi. Un piccolo passo su una rete idrica disastrata e per la quale serviranno anni e anni per rimetterla in sesto. "

Non sono mancate le polemiche dell'opposizione e dei cittadini che, attenti, hanno seguito tutta la questione.

I lavori, eseguiti dalle ditte pisane Castaf e Slesa, saranno conclusi entro la fine di giugno. 

Anastasia Biancardi
© Riproduzione riservata

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Attualità

Cronaca

Politica