QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTREMOLI
Oggi 9° 
Domani -1°11° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News lunigiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali lunigiana
venerdì 17 novembre 2017

QUA LA ZAMPA — il Blog di Monica Nocciolini

Monica Nocciolini

Si fa presto a dire cane: che cane? da compagnia? da lavoro? simpatico? scorbutico? pelandrone? magrolino o cicciotto? brigante o tenerone? C'è tutto un mondo a quattro zampe, nella vita quotidiana di ognuno di noi e delle nostre società. La giornalista Monica Nocciolini, ideatore di qualazampa.news, vi aiuta a conoscerlo. Zampe in spalla!

​Il cane ti fa bella

di Monica Nocciolini - venerdì 11 agosto 2017 ore 17:58

Chi ha un cane risulta più attraente

Mille single e un domandone: cuccano di più i proprietari di un cane o di un gatto? E perché? Beh,il cane vince diciamolo subito. Chi possiede un canerisulta genericamente più belloccio. Più attraente, via. E pure più affidabile. La sentenza arriva da un sondaggio condotto nel Regno Unito entro un campione di mille single che ha decretato come il 63 per cento dei soggetti si senta più attratto dal proprietario di cani. Se il 19 per cento di loro comunque è irremovibile nell’affermare che non uscirebbe mai con un amante dei pet, il risultato per compare Micio si ricava facile: solo il 18 per cento delle preferenze.

Chi ha caniappare più sexy, più simpatico, fedele, romantico e felice, solido nelle relazioni. Del resto di passeggiate galeotte al parco son piene le cronache, ma anche i racconti sui social network o i copioni da Cinecittà a Hollywood, con propaggini cartoon a cominciare dalla celeberrima Carica dei 101, con Pongo e Peggy che provocano l’incontro tra i loro umani avvolticciolandoli in guinzagli da cui, per lo meno di cuore, non si svolticciolarono più.

Mentre quindi quanto a luogo di incontro l’area cani guadagna terreno sul banco frigo del supermercato, con la funzione Cupido del cane in perfetta modalità ON, occhio agli esiti finali. Secondo l’ultima rilevazione condotta dall’Ami (Associazione Avvocati Matrimonialisti Italiani) sono 4.000 ogni anno gli animali contesi in separazioni e divorzi in contenzioni anche aspri a suon di richieste d’affido e carte bollate. E poi il sondaggio Uk lo dice chiaro: se a fine corsa di un rapporto a due al proprietario del cane si pone il fatidico out out “o me o il cane”, il pericolo che questi prenda il guinzaglio e se ne vada con l’amico con la coda è del 32 per cento. Val la pena rischiare? Fate vobis.

Monica Nocciolini

Les 101 Dalmatiens - La rencontre de Pongo et Perdita

Articoli dal Blog “Qua la zampa” di Monica Nocciolini

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Politica

Attualità