QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTREMOLI
Oggi 13°21° 
Domani 13°22° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News lunigiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali lunigiana
lunedì 25 giugno 2018

Attualità mercoledì 23 maggio 2018 ore 13:29

La sindaca a Bardi per salutare il principe

La prima cittadina Baracchini era presente a Bardi in occasione della visita nel comune emiliano di Alberto di Monaco



PONTREMOLI — C’era anche il sindaco Lucia Baracchini all’appuntamento dei giorni scorsi a Bardi, quando il principe Alberto di Monaco è stato ospite del comune emiliano.

Ad accoglierlo tutto il paese e numerose autorità tra cui il presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini, il Prefetto di Parma, autorità militari e religiose, e diversi sindaci dei territori limitrofi. Il tutto nella gioiosa atmosfera creata dagli alunni delle classi della scuola Primaria del luogo.

A fare gli onori di casa il primo cittadino di Bardi Valentina Pontremoli che ha accolto il principe Alberto con il quale, alla testa del corteo, si è recata dapprima nella piazza che si affaccia sul Castello dove è stata scoperta la targa della nuova intitolazione della stessa,“Piazzale dei Principi di Monaco, S.A.S. Alberto II Principe Sovrano di Monaco”, in ricordo di questa storica visita, e da lì, lungo uno storico percorso che attraversa le antiche vasche, fino al Castello, all’interno del quale il Presidente dell’Associazione Valceno ha coordinato la presentazione del volume che tratteggia gli storici legami fra le antiche e nobili famiglie Landi e Grimaldi. Un legame quello della Casa Grimaldi con il territorio emiliano che ha radici storiche ben definite: Maria Landi infatti, della famiglia dei Signori delle vallate e sorella del principe Federico, fu madre di Onorato II, che divenne primo principe di Monaco.

Ad accoglierlo bandierine con i colori del Principato, applausi, strette di mano e saluti calorosi.

Il principe si è poi diretto a Compiano dove, insieme al Sindaco Sabina Delnevo, ha scoperto una targa in ricordo della sua visita e ricevuto in dono diversi prodotti del luogo e la delibera con cui il Consiglio Comunale ha deciso, ancora per gli antichi legami famigliari, di dedicargli il Castello. 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità