comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:10 METEO:PONTREMOLI12°  QuiNews.net
Qui News lunigiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali lunigiana
lunedì 25 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Caso Genovese, la confessione delle ragazze che lo accusano: «La cocaina era sui piatti, come un self service»

Attualità sabato 30 aprile 2016 ore 16:11

​Bambini nei container da quasi 5 anni

Il movimento 5 Stelle all’attacco, vogliono le scuse pubbliche del presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi



AULLA — La scuola materna e la primaria sono quasi ultimate e i ragazzi potranno finalmente avere delle “vere aule” con l’inizio del nuovo anno scolastico e comunque entro Natale; tempi lunghi invece si prevedono per la scuola secondaria di primo grado, poiché l’edificio che dovrà ospitare gli alunni sarà realizzato solo dopo i lavori di bonifica, non ancora iniziati, del terreno su cui questo sorgerà. Per questo, il gruppo in consiglio regionale del movimento 5 Stelle si rivolge al presidente della Regione affinché porga le sue scuse agli studenti lunigianesi, costretti a fare lezione, da quasi 5 anni, all’interno di container posizionati nelle aree ferroviarie dismesse di Aulla.

Promesse non mantenute quelle di Rossi che, secondo i consiglieri Giannarelli e Galletti, ha continuato a mentire solo per propaganda politica su un tema così delicato. I 5 Stelle nella interrogazione sulla problematica rivolta a Rossi e alla giunta regionale chiedono di conoscere date certe e non più false promesse e chiedono spiegazioni , inoltre, sulle spese sostenute dalla Regione Toscana per il noleggio dei container. “Abbiamo speso 663mila euro in questi anni per noleggiare moduli scolastici provvisori, i container appunto, quando una minima attenzione e capacità di pianificazione avrebbero suggerito di investire prima in una soluzione stabile, magari all'avanguardia in tema di risparmio energetico”.



Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS