QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTREMOLI
Oggi 18° 
Domani 9° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News lunigiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali lunigiana
martedì 26 marzo 2019

Attualità lunedì 06 febbraio 2017 ore 13:00

Farfalle in cammino, ali per scoprire la Lunigiana

Parlano a QuiNews Lunigiana i soci di Farfalle in Cammino, che da anni si occupano di rivelare ai turisti le bellezze del territorio



FILATTIERA — In realtà, le gite e le iniziative organizzate da quest'associazione sono aperte a tutti, anche ai residenti che, spesso e volentieri, finiscono con l'ignorare quelle che sono le vere bellezze della loro terra di Lunigiana.

Come e quando nasce l'associazione Farfalle in Cammino?

"Farfalle in Cammino è un’associazione no profit nata nell'estate del 2004 dall’iniziativa di tre persone, Simona, Stefano e Roberta, che condividevano la passione per la propria terra e allo stesso tempo i principi del turismo responsabile. Hanno così pensato di creare un’associazione che potesse promuovere questi valori dando uno slancio al turismo locale, ma non solo. L’associazione opera dal 2004 ed organizza iniziative a sfondo sociale, itinerari di turismo responsabile in Lunigiana e nell'Area Vasta Parchi di Mare e di Appennino, attività didattiche e laboratori per le scuole, iniziative volte alla promozione della consapevolezza del territorio e delle proprie origini, la tutela dell’ambiente e l’integrazione. Collabora in maniera continuativa con Sigeric Servizi per il turismo www.sigeric.it la cooperativa di servizi turistici nata nel 2015 ad opera delle guide ambientali e turistiche socie di Farfalle in Cammino e che si sta operando perché il turismo responsabile possa diventare una reale possibilità di occupazione per giovani in Lunigiana."

Quanti sono i soci e come contribuiscono, tramite le loro competenze, a far vivere questa realtà?

"Dal 2004 l’Associazione è cresciuta costantemente e conta ad oggi 30 soci individuali e una quarantina di aziende turistiche (strutture ricettive, ristoranti e aziende per il turismo) che hanno deciso di supportare le nostre attività.
All’interno di questo gruppo vi sono differenti profili professionali che contribuiscono attivamente all’ organizzazione di progetti ed eventi, permettendo la continua crescita dell’Associazione a la diversificazione delle sue attività.
Tra i soci vi sono tre guide turistiche, sette guide ambientali, laureati in storia dell'arte e scienze del turismo, studiosi e appassionati di storia locale."

Quali sono gli obiettivi del 2017?

"L'obiettivo per Farfalle in Cammino è sempre il medesimo, di impegnarsi nella promozione e nella valorizzazione della storia, della cultura, dei paesaggi affascinanti, delle antiche tradizioni e della tipicità dei prodotti enogastronomici, per educare le nuove generazioni all’amore per il proprio territorio. Da 11 anni Farfalle in Cammino crede nel potenziale turistico di questa terra e promuove iniziative volte a sensibilizzare in tal senso locali e turisti. I giovani lunigianesi che hanno condiviso le idee di Farfalle in Cammino sono stati molti e in loro l’associazione crede fortemente."

C'è un progetto del quale andate particolarmente orgogliosi?

"Tanti sono i progetti che ci rendono felici. Uno è sicuramente Chiese e Palazzi perché è stato il primo e resiste ancora dopo 13 anni. Visite guidate gratuite, svolte da personale qualificato, nei luoghi più interessanti dei comuni di Pontremoli, Filattiera, Bagnone e Mulazzo normalmente non accessibili. Poi ci sono i progetti con le scuole come Turisti a casa vostra, un intenso programma di escursioni volto a far conoscere ai giovani lunigianesi le meraviglie di casa. Poi le attività di promozione del meraviglioso centro didattico di Sorano a Filattiera, il TourDay [turdei] - giro enogastronomico a tappe tra i piatti della tradizione lunigianese, Bikeway - convegno nazionale sulla mobilità sostenibile e tanto tanto altro con alcune interessanti novità per il 2017 come i tour dedicati ai locali alla scoperta di Lunigiana, 5 Terre, Appennino e Apuane."

Qual è il contributo che date al territorio?

"Crediamo che la nostra attività sia principalmente interessante per aiutare il territorio ad avere coscienza delle sue grandi potenzialità e a capire che un turismo responsabile e rispettoso può essere fatto e può essere anche una prospettiva di sviluppo e lavoro."

Grazie al vostro costante lavoro collaborate anche con altre realtà?

"Abbiamo la fortuna di essere molto amati e richiesti e di avere tanti amici: le strutture ricettive, quasi tutti i Comuni di Lunigiana, il Parco Nazionale dell'Appennino e delle 5 terre, l'Associazione Operatori Turistici della Lunigiana ecc..."

Infine, qual è oggi l'andamento del turismo lunigianese?

"Il turismo lunigianese cresce ma cresce molto piano, non quanto potrebbe e dovrebbe, questo è dovuto principalmente alla mancanza di una programmazione territoriale condivisa e ad azioni coordinate di promozione e marketing oltre che alla mancanza di alcuni servizi di base fondamentali come buoni trasporti pubblici e rete di punti di informazione. Crediamo che i Comuni debbano superare i loro confini e capire che la promozione turistica debba essere di tutta la Lunigiana e debba essere affidata ad un soggetto unico che faccia da regia e coordinamento."

Tante energie, quindi, impiegate per dare alla Lunigiana il giusto risalto, la gloria che merita e che, turisti e non, dovrebbero imparare a conoscere per scoprire una fetta di quella storia d'Italia così importante.

E come dice il motto di Farfalle in Cammino:  “sulla terra a passi lievi come battiti di ali”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità