QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTREMOLI
Oggi 17°30° 
Domani 17°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News lunigiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali lunigiana
martedì 20 agosto 2019

Attualità venerdì 17 marzo 2017 ore 16:07

Una grande festa per la nuova scuola

Giacomo Bugliani, Cristina Grieco, Enrico Ricci, Enzo Manenti

Istituzioni, bambini, genitori e insegnanti hanno inaugurato tutti insieme la nuova scuola di Terrarossa



LICCIANA NARDI — A tagliare oggi, giornata dell'anniversario dell'Unità d'Italia, il nastro del nuovo polo scolastico A. Polloni, è stata l'assessore regionale all'istruzione Cristina Grieco, insieme al consigliere regionale del Pd Giacomo Bugliani, al nuovo Prefetto della Provincia di Massa Carrara Enrico Ricci, al sindaco Enzo Manenti, al vice sindaco Maurizio Barbieri, al vicepresidente della Provincia Paolo Grassi, al presidente dell'Unione dei Comuni Riccardo Ballerini e alla dirigente scolastica Enrica Ravioli.

In realtà moltissime le personalità importanti e i rappresentanti delle più varie istituzioni, dai sindaci dei Comuni vicini, ai presidenti delle associazioni socio-culturali e ambientali come Legambiente, tutti uniti per festeggiare e celebrare una scuola bella, sicura e a bassissimo impatto ambientale, quindi innovativa.

Alla cerimonia, partecipata da tanti genitori e resa speciale dalle esibizioni dei bambini che hanno cantato e fatto volare palloncini colorati, presente un ospite d'eccezione, ovvero Antonio Morelli, presidente del comitato San Giuliano di Puglia che, dal giorno della tragedia che ha visto vittime del crollo dell'edificio scolastico 27 bambini con la loro maestra, gira l'Italia per assicurarsi che episodi simili non riaccadano più. 

"Proprio in Toscana - ha commentato Morelli - ho trovato più sensibilità e attenzione all'argomento, ed è la Regione che più si sta dando da fare per mettere in sicurezza le scuole."

Proprio in onore dei bambini di San Giuliano di Puglia è stata loro dedicata la via antistante la scuola.

"E' significativo - ha commentato l'assessore Grieco - festeggiare nel giorno dell'Unità d'Italia l'inaugurazione di una scuola. Quando si sceglie di investire in questo ambito si fa un percorso difficile, lungo ma che darà i suoi frutti nel tempo. La struttura è bellissima, immersa nel verde, assicurando ai bambini un contatto con la natura. E faccio i complimenti non solo a chi l'ha realizzata ma anche alla preside Ravioli per l'immenso lavoro dirigenziale che sta svolgendo e se ne vedono i risultati."

"Queste sono le pagine più belle della storia di un Comune - ha aggiunto Bugliani - Non è facile amministrare e farlo bene, ma il bello della Lunigiana è che in ogni paese c'è estrema vicinanza tra il sindaco e la sua gente. La buona amministrazione punta alla concretezza, centrando gli obiettivi e oggi s'è raggiunto un ottimo risultato. Costruire una scuola è importante perché significa ridare speranza al territorio."

Anche i bambini hanno voluto dire la loro, ringraziando il sindaco, i tecnici che hanno realizzato la struttura ma sottolineando, nonostante la bellezza della loro scuola, qualche mancanza; infatti, dov'è il giardino? Loro lo aspettano con ansia, soprattutto adesso che la primavera è vicina. Così hanno pensato, da bravi cittadini attivi, di ricordarlo un po' a tutte le istituzioni presenti.

Infine, a chiudere la giornata, è intervenuto il sottosegretario alla giustizia Cosimo Maria Ferri che ha portato i saluti a tutti i bambini e le insegnanti. 

La scuola è costata 1 milione e 600 mila euro, dei quali la metà stanziati dal Comune di Licciana Nardi. 

Anastasia Biancardi
© Riproduzione riservata



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità