QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTREMOLI
Oggi 10° 
Domani 6° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News lunigiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali lunigiana
venerdì 28 febbraio 2020

Attualità lunedì 08 maggio 2017 ore 07:00

Acqua alla Gola torna all'attacco contro Gaia

Comitato 'Acqua alla Gola'

Dopo l'intenzione espressa dal gestore idrico di bloccare l'aumento previsto del 5 per cento sulle nuove bollette, il comitato torna a farsi sentire



MASSA — Se il comitato 'Acqua alla gola', infatti, apprezza il tentativo di Gaia, in realtà non comprende la mossa dei sindaci soci che hanno accolto con contentezza i risultati della Spa per quanto riguarda il bilancio 2016, dato che la diminuzione dei costi comporterà un aumento delle tariffe ai cittadini. 

"Non comprendiamo - commenta il Comitato in una nota - l'aumento del 5 per cento previsto per il 2018 ipotizzato dalla conferenza territoriale dell'autorità idrica Toscana dello scorso anno, presieduta dai sindaci. Non comprendiamo gli sforzi del gestore manifestata da Gaia per ridurre la pressione sugli utenti e contemporaneamente l'intenzione di aumentare le tariffe del 5 per cento. Non comprendiamo l'istituzione di un fondo per le famiglie disagiate, sempre finanziato e pagato in bolletta dagli utent , che oltretutto si rivelano un possibile serbatoio dal quale attingere per le votazioni che si svolgeranno a breve. Non Sarebbe meglio garantire a tutti il minino indispensabile per la vita e abbassare a tutti le tariffe? Non compendiamo perché intervenire pubblicamente sul piano economico-finanziario per scongiurare l'aumento; così sarebbero sempre i cittadini a pagare."

"Crediamo che sarebbe molto più chiaro ai cittadini se il primo cittadino di Massa, insieme agli altri sindaci soci del resto della Provincia, manifestasse e incominciasse un percorso per uscire da un sistema di gestione del privato che ha causato danni ai cittadini e all'ambiente in mancanza di interventi adeguati e aumenti di tariffe non giustificati. Ci auguriamo che l'interesse per il bene dei cittadini sia al di sopra degli utili delle s.p.a."

'Acqua alla gola' organizza una fiaccolata il 29 maggio alle ore 21 partenza da Piazza Liberazione a Massa, la popolazione può farsi sentire per chiedere di uscire dal sistema privato di gestione del sistema idrico.



Conte soccorre signora che cade per chiedergli un selfie

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità