Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:41 METEO:PONTREMOLI10°  QuiNews.net
Qui News lunigiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali lunigiana
martedì 13 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Usa, 20enne afroamericano ucciso dalla polizia: le immagini dalla bodycam

Attualità giovedì 04 marzo 2021 ore 09:36

Mille artigiani senza cassa integrazione da 6 mesi

artigianato

Cna furibonda contro le burocrazie, coinvolti i dipendenti di almeno 300 aziende sul territorio provinciale. Non ricevono niente da ottobre



MASSA CARRARA — Un migliaio di artigiani della provincia di Massa Carrara facenti parte di almeno 300 aziende non ricevono la cassa integrazione dal mese di ottobre. Ad alcuni non è arrivata nemmeno quella di settembre. E c’è preoccupazione per altri ritardi per i mesi di gennaio e febbraio. La stima è di Cna di Massa Carrara, furibonda per i tempi tecnici con cui le risorse stanziate dal governo, quindi già previste, vengono successivamente gestite dal ministero dell’economia.

Il fondo di solidarietà degli artigiani sta aspettando, ormai da mesi, di ricevere parte delle risorse stanziate dal decreto di agosto per erogare le prestazioni di integrazione salariale legate all’emergenza da Covid-19: “L’aspetto più assurdo ed allucinante è che i soldi ci sono – spiega Paolo Bedini, presidente Cna Massa Carrara – e sono stati già erogati, ma la burocrazia, con i suoi mille rivoli, frena il loro percorso nel trasferimento dallo Stato all’Ebret che gestisce il fondo di solidarietà pagato con il sudore dei lavoratori attraverso la contribuzione ordinaria". 

L'attacco parte a alzo zero: "Del resto chi è abituato ad avere sempre e comunque tutti i mesi lo stipendio non può capire il significato di restare sei mesi senza la cassa integrazione. Si sta ripetendo quello che è già successo anche nei mesi scorsi. E questo è ancora più grave perché è già successo. Non è quindi la prima volta”, sottolinea Bedini.

La pandemia ha esaltato la grande solidarietà dei piccoli imprenditori nei confronti dei loro dipendenti: “In questi mesi – racconta il presidente degli artigiani – molti colleghi hanno aiutato di tasca propria i dipendenti più in difficoltà. Ci sono rapporti di lavoro che diventano prima di tutto rapporti umani: è questo il valore delle imprese artigiane che contribuisce alla tenuta sociale di questa comunità”.

L'associazione degli artigiani è preoccupata anche per i mesi di gennaio e febbraio: “In pratica – commenta ancora Bedini – ci sono 1.000 amiglie che non vedono la cassa integrazione da sei mesi. La tempestiva erogazione delle risorse in favore del Fondo di Solidarietà deve essere una priorità assoluta per il Governo Draghi nei confronti del quale noi tutti, da italiani, nutriamo aspettative”.

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Le positività delle ultime 24 ore sono emerse a fronte di 87 tamponi molecolari processati. I dati territoriali dai bollettini ufficiali
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità