Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:25 METEO:PONTREMOLI15°  QuiNews.net
Qui News lunigiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali lunigiana
martedì 02 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Morto il dj Claudio Coccoluto: il video di una delle sue performance

Attualità domenica 14 febbraio 2021 ore 10:43

"Noi dei supermercati da eroi a invisibili"

coda al supermercato

I lavoratori della grande distribuzione delusi dalla mancata inclusione tra le categorie che possono accedere al vaccino anti Covid-19



MASSA CARRARA — "Siamo passati da eroi a invisibili": è quanto lamentano i lavoratori della grande distribuzione, quei supermercati dove è sempre stata garantita la possibilità di approvvigionamento in ogni grado di confinamento e di misure di sicurezza sanitaria assunte per limitare la diffusione del Covid-19. E ora loro proprio contro quel virus chiedono di poter avere il vaccino.

Il grido di allarme è affidato a Simone Pialli, segretario generale della Fisascat Cisl Toscana Nord, che dà voce anche ai lavoratori della provincia di Massa Carrara: "Abbiamo appreso che a partire dal 9 febbraio sono aperte, per la Regione Toscana, le prenotazioni per la vaccinazione anti Covid-19 con il vaccino AstraZeneca. Non possiamo esimerci dal segnalare, con rammarico, che dall'elenco delle categorie emanato dalla Regione, per cui è disponibile il vaccino, non si annoverino i dipendenti della grande distribuzione organizzata", sottolinea Pialli.

"E' triste constatare - continua il segretario Fisascat Cisl Toscana Nord - come sia repentino il passaggio dallo status iniziale di Eroi a quello di Invisibili, dimenticati nel momento di riconoscergli il diritto alla priorità nella vaccinazione. Come Fisascat Toscana Nord ci faremo portavoce della richiesta di inserimento di questi lavoratori tra coloro che devono essere immediatamente vaccinati dato l'ingente numero di persone con cui, quotidianamente durante lo svolgimento delle proprie mansioni, vengono a contatto. E' bene ricordare come l'esposizione al pubblico in ambiti in cui è difficile mantenere il distanziamento sociale aumenti esponenzialmente il rischio contagio".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità