comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:45 METEO:PONTREMOLI9°  QuiNews.net
Qui News lunigiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali lunigiana
martedì 26 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Il senatore Cangini: «Io un costruttore nel Conte ter? Una bufala messa in giro da Casalino»

Attualità mercoledì 13 gennaio 2021 ore 12:33

Duro come la pietra e al Parco si studia

panorama del parco delle apuane

Rinnovata la convenzione tra ente delle Alpi Apuane e Cnr per indagare, conoscere e tutelare il patrimonio geologico dell'area con 250 geositi



MASSA — Duro come la pietra? Allora è oggetto di studio e ricerca da parte del Parco delle Alpi Apuane e dell’Istituto di Geoscienze e Georisorse del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr) che hanno rinnovato la loro convenzione operativa per lo sviluppo delle conoscenze geologiche e per la tutela e la valorizzazione della geodiversità delle Apuane. 

Del resto all’interno del Parco sono censiti oltre 250 geositi con una elevata biodiversità che ha permesso nel 2011 l’adesione alla rete mondiale dei Geoparchi e successivamente, nel 2015, l’acquisizione dello status di Unesco Global Geopark, rinnovato nel 2019 a seguito delle verifiche effettuate dai valutatori Unesco.

Obiettivo primario della convenzione è quello di studiare, tutelare, conservare e valorizzare il patrimonio geologico delle Alpi Apuane, con il Cnr che metterà a disposizione del Parco le proprie competenze scientifiche e professionali. Si punta a sviluppare ulteriori studi e ricerche scientifiche sul territorio delle Alpi Apuane, con lo scopo di progredire nella conoscenza geologica dello stesso territorio, implementando anche le occasioni di fruizione didattica dell’area, attraverso convegni, escursioni, stage, workshop, tesi di laurea, dottorati di ricerca e mostre didattiche, ma anche pubblicazioni, cartografia specifica e mezzi audiovisivi.



Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità