Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:41 METEO:PONTREMOLI10°  QuiNews.net
Qui News lunigiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali lunigiana
martedì 13 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Usa, 20enne afroamericano ucciso dalla polizia: le immagini dalla bodycam

Attualità mercoledì 03 febbraio 2021 ore 13:27

La truffa in agguato nella Pec

L'email tipo a cui prestare attenzione
L'email tipo a cui prestare attenzione

Enel mette in guardia dalle richieste di dati con falso marchio per l'invio di bollette elettriche tramite posta elettronica certificata



MASSA — Occhio alle richieste che viaggiano tramite email e in cui si richiedono dati bancari o personali per conto di realtà riconducibili a Enel al fine di recapitare la bolletta della luce via pec (posta elettronica certificata): a mettere in guardia l'utenza contro l'eventualità di incorrere in una truffa è proprio la compagnia elettrica dopo il moltiplicarsi di segnalazioni in arrivo anche dalla provincia di Massa Carrara.

"A seguito di nuove segnalazioni in merito a comunicazioni dal contenuto ingannevole, inviate da un indirizzo email solo all’apparenza riferito ad una società del Gruppo Enel, l’azienda torna a fornire le raccomandazioni del caso - spiega una nota - precisando di aver già avviato tutte le azioni necessarie per la tutela dei clienti e delle società del Gruppo. In questo caso si tratta di una e-mail dal contenuto ingannevole che sfrutta il brand Enel e riporta come oggetto Enel Energia - >Emissione Bolletta PEC".

Guai abboccare: "Le procedure aziendali - ricorda la compagnia - non prevedono in alcun caso la richiesta di fornire o verificare dati bancari e/o codici personali. Enel Energia invita chiunque riceva una e-mail o sms sospetti a non aprire o cliccare sui link presenti all’interno dei testi, a non scaricare e aprire allegati e a verificare l’autenticità della richiesta attraverso i consueti canali di contatto: numero verde 800.900.860 e sito www.enel.it. Enel Energia ringrazia in anticipo coloro che avranno la cortesia di segnalare all’azienda comunicazioni sospette ricevute, in modo da arginare e prevenire il fenomeno delle truffe sulla rete".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Le positività delle ultime 24 ore sono emerse a fronte di 87 tamponi molecolari processati. I dati territoriali dai bollettini ufficiali
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità