QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTREMOLI
Oggi -11°1° 
Domani 3° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News lunigiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali lunigiana
domenica 16 dicembre 2018

Attualità lunedì 24 settembre 2018 ore 07:20

Kayak e canoa, pratiche sportive in crescita

Foto di: R.Ridi

Sempre più persone scelgono di provare l'esperienza sia che si tratti di pagaiare su fiumi e laghi, sul mare, sulle coste o nelle isole.



ROMA — Basta fare un giro sulle spiagge e negli stabilimenti balneari per notare che sempre più frequentemente accanto ai classici pedalò, aumenta il numero di kayak e canoe di vario tipo.

Se il kayak e la canoa in alcuni casi sono le discipline sportive scelte per importanti sfide, come per esempio quella di circumnavigare a tappe l'Italia, come hanno fatto i fratelli Valli proprio ad inizio settembre, tuttavia la pratica di questo sport è potenzialmente accessibile a molte persone, comprese quelle con disabilità motorie della deambulazione.

Inoltre il Comitato Sport per Tutti, nato dalla Federazione italiana canoa e kayak, sta lavorando proprio per promuovere presso un pubblico più vasto le potenzialità dei Paddle Sport e della canoa kayak turistico/amatoriale, nelle loro varie forme. Fra le opportunità di vacanze attive, praticando uno sport, il kayak e la canoa si prestano bene, in particolar modo in Toscana, a vivere il mare in modo “sostenibile” e ad esplorare la cost e le piccole calette, che altrimenti sarebbero irraggiungibili via terra.

In Toscana, secondo i dati 2017 di Federcanoa, sono presenti dieci società sportive affiliate che praticano questo sport e fanno anche attività di formazione, mentre tra le Scuole federali riconosciute, sempre in Toscana, ne risulta presente soltanto una, che si trova all'isola d'Elba, a Marciana Marina.

Kayak e canoa inoltre sono attività sportive che si possono praticare in un periodo stagionale abbastanza ampio, tanto che in Toscana grazie al suo clima mite, c'è la possibilità di praticarle tutto l'anno.

E’ stata, infatti, firmata una convenzione tra il Touring club italiano e la FICK per favorire la cultura del turismo sportivo e del mare, divulgando e valorizzando lo sport sostenibile. La collaborazione si concretizza anzitutto con la presenza di istruttori certificati FICK per tutta l’estate, da maggio a settembre, dove terranno corsi di kayak gratuiti agli ospiti del villaggio. L’obiettivo è sensibilizzare il maggior numero di persone a questo sport, tramite istruttori preparati e qualificati, come già avviene nei Villaggi Tci con gli istruttori del Centro Velico Caprera per i corsi di vela per neofiti, o della Fitarco per i corsi di tiro con l’arco.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità