QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTREMOLI
Oggi 24° 
Domani 21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News lunigiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali lunigiana
sabato 20 ottobre 2018

Cronaca domenica 05 agosto 2018 ore 18:19

Morto l'ex presidente della Provincia

Franco Gussoni
Franco Gussoni

Profondo cordoglio ha destato la scomparsa di Gussoni, ex presidente della Provincia ed ex sindaco di Pontremoli. La data dei funerali



MASSA CARRARA — Franco Gussoni, ex sindaco di Pontremoli nel 2006 ed ex presidente della Provincia di Massa Carrara dal 1994 al 2003 è morto. Aveva 69 anni. 

Nella sala della Resistenza del Palazzo Ducale di Massa, da domani pomeriggio, è allestita la camera ardente. I funerali sono invece in programma martedì 7 agosto alle 16 nel Duomo di Massa. 

Il presidente della Provincia di Massa-Carrara, Gianni Lorenzetti, il Consiglio Provinciale e l’intera amministrazione provinciale partecipano al lutto per la scomparsa di Franco Gussoni, ex presidente della Provincia dal 1994 al 2003.

E’stato il primo presidente eletto direttamente dalla popolazione, per la prima volta alla fine del 1994 e riconfermato poi nel 1998 al primo turno per un altro quinquennio. Poi nel 2003 fu eletto consigliere provinciale e venne nominato assessore ai lavori pubblici, carica che ha ricoperto fino al 2006, quando si dimise perché eletto sindaco di Pontremoli.

“Gussoni – ha dichiarato il presidente Lorenzetti – è stato un presidente, ma prima di tutto una persona, che ha lasciato una traccia importante nel governo della Provincia di Massa-Carrara. Non è facile racchiudere in poche righe l’operato di un periodo di 9 anni davvero importanti nella storia della amministrazione provinciale. Come non ricordare, tuttavia, la sua intuizione che è stata il faro di tutta la sua azione amministrativa, che aveva fatto della concertazione il perno portante: il tavolo istituzionale, rappresentativo delle varie istituzioni locali, che, a seconda dei temi da trattare, si allargava alla partecipazione delle associazioni di categoria e delle rappresentanze sindacali. Grazie al suo lavoro di cooperazione, sotto la sua guida è stato possibile, solo come unico esempio da citare, il raggiungimento della firma e della attivazione del Patto territoriale che portò al nostro territorio risorse importanti per lo sviluppo economico: ma sono solo due ricordi, importanti, ma di sicuro insufficienti a rammentare l’importanza della sua azione politica e amministrativa”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Attualità

Attualità

Cultura