QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTREMOLI
Oggi 17°19° 
Domani 12°16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News lunigiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali lunigiana
lunedì 21 ottobre 2019

Attualità mercoledì 17 ottobre 2018 ore 13:32

Toscana, cresce la raccolta differenziata rifiuti

La media in Toscana è cresciuta di tre punti al 53,9 per cento. Fra i Comuni più virtuosi Capannori, Rufina, Londa, Monsummano e Serravalle



FIRENZE — Nel 2017 la percentuale media della raccolta differenziata in Toscana si è attestata al 53,9 per cento, con un incremento di 2,9 punti rispetto all'anno precedente.

La produzione di rifiuti urbani è stata pari a 2,24 milioni di tonnellate , in diminuzione di quasi il 3 per cento rispetto al 2016, con il dato pro capite che è passato da 617 a 600 chili di spazzatura per abitante.

Molto positiva la sostanziale diminuzione, pari a circa 98mila tonnellate, della parte non differenziata dei rifiuti. 

I risultati migliori in termini di efficienza della raccolta differenziata sono stati quelli di AtoToscana Centro (Città Metropolitana di Firenze e province di Pistoia e Prato) e di Ato Toscana Costa (province di Livorno –esclusi i comuni della Val di Cornia-, Lucca, Massa e Pisa) entrambi al 58,7 per cento.

L'Ato Toscana Sud (province di Arezzo, Grosseto, Siena e comuni livornesi della Val di Cornia) ha raggiunto il 39,4 per cento, con un aumento di 1,2 punti rispetto al 2016, interrompendo una lunga fase di stagnazione. 

Nessuno dei 3 Ato ha superato l'obiettivo del 65 per cento di raccolta differenziata, stabilito dalla norma nazionale per il 2012.

"I dati certificati – commenta l'assessore Federica Fratoni – ci dicono che la strada intrapresa è quella giusta e le risorse messe a disposizione dalla Regione pari a 30 milioni di euro saranno utili a spingere in avanti le performance così da raggiungere nei tempi stabiliti l'obiettivo che siamo posti di 70% di raccolta al 2020. Nei dati mi preme sottolineare – prosegue Fratoni – il calo dell' indifferenziato e quello della stessa produzione generale pro capite, a dimostrazione che la raccolta differenziata porta come effetto indotto la diminuzione di rifiuti".

Il Comune più virtuoso è ancora una volta Capannori, in provincia di Lucca, con l'88,13 per cento di raccolta differenzata. Sempre al di sopra dell'85 per cento anche Rufina, Londa, Monsummano, Capraia e Limite, Fucecchio, Gambassi Terme, Lamporecchio, Larciano e Serravalle Pistoiese. Sopra all'80 per cento anche Capannoli, Barga, Casola in Lunigiana, Castelfiorentino, Cerreto Guidi, Certaldo, Montaione, Montelupo Fiorentino, Montespertoli, Empoli, Filattiera, Vinci.



Tag

Conte: «Io contro il popolo delle partite Iva? Una fesseria»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità